Vi siete mai chiesti se ai nostri amici a quattro zampe piacciono tutti i nostri #comportamenti? Oggi Dottordog vi segnala alcuni comportamenti che danno fastidio ai cani!

cane-in-ospedale

Al cane non piace essere fissato negli occhi

Il cane, soprattutto se non lo si conosce, può interpretare il vostro comportamento come una minaccia nei suoi confronti. Meglio quindi approcciarlo in maniera dolce, abbassandosi alla sua altezza e parlandogli con un tono di voce basso, senza guardarlo troppo a lungo negli occhi.

Al cane non piacciono solo le parole

I cani capiscono molte parole, ma si basano anche sul linguaggio del nostro corpo. E’ importante quindi comunicare con loro sia con le parole che con i gesti, facendo attenzione a non dire col corpo l’opposto di quello che gli stiamo dicendo a voce.

Il cane non ama le eccezioni alle regole

Da quando è cucciolo il cane impara alcune regole precise, che sono sempre costanti nel tempo, necessarie per una felice convivenza e per garantirgli una vita serena. Una volta acquisita una regola, però, non è possibile fare eccezioni, perchè il cane non ne comprende il significato. Facciamo un esempio: il cane non capisce che può salire sul divano dopo il bagnetto, quando è pulito, ma non può salire sul divano dopo essersi rotolato nel fango.

Il cane odia il guinzaglio corto

Se tenete il guinzaglio troppo corto il cane si sente insicuro. In questo modo gli vengono trasmessi paura e pericolo e ciò lo porta più facilmente ad abbaiare e strattonare. Durante le passeggiate, meglio tenere il guinzaglio lento e lasciare il cane libero di camminare in autonomia: eviteremo che si innervosisca e che inizi ad abbaiare.

Al cane danno fastidio gli abbracci troppo stretti

In generale ai cani piacciono le nostre manifestazioni di affetto, ma un abbraccio troppo stretto e caloroso può non essere di suo gradimento. Il motivo è che questo atteggiamento non è presente nel loro codice di comportamento. Se, mentre viene abbracciato, il cane tende le orecchie e si irrigidisce, significa che non è a suo agio.