L’estate è arrivata ed occorre pensare alla prevenzione del nostro beniamino. Con il caldo tutti gli ectoparassiti si ripresentano (pulci, zecche etc) quindi se il cane frequenta giardini, parchi o vive all’aperto, è necessario utilizzare un prodotto tipo spot on o collari antiparassitari. La scelta è ampia: l’importante è ricordare al veterinario se il cane ha avuto reazioni particolari l’anno precedente, in modo da utilizzare un prodotto differente. Reazioni di tipo allergico, sia locali che generali, possono verificarsi spesso senza essere collegate facilmente all’antiparassitario usato.
Ricordo anche le profilassi per la filaria e per la leismaniosi che normalmente si fanno a partire da aprile/maggio. La leismaniosi è una malattia tipica del sud Italia ma, purtroppo, abbiamo recenti casi anche al nord. Usate un prodotto repellente per i pappataci ed eventualmente valutate di fare una vaccinazione ad hoc (leggi l’articolo sulla leismaniosi qui).
Un’ultima raccomandazione: ricordate che il cane non suda ma utilizza prevalentemente il respiro per abbassare la temperatura corporea;  non lasciatelo mai in ambienti caldi e chiusi, soprattutto i brachicefali (come i bulldog) che soffrono ancora di più il caldo. Il pericolo è reale e consistente. Nel caso di colpo di calore si può immergere immediatamente il cane in una vasca di acqua fredda e poi portarlo dal veterinario.

cane_estate_consiglivet
Auguro a tutti una buona estate e soprattutto rivolgo un pensiero a tutti gli animali che ancora oggi, nel 2019, vengono abbandonati causa vacanze!
Dr. Ernesto Mambretti Vet.