Esistono dei cuccioli soprannominati dai veterinari  “aspirapolveri” che hanno il vizio di ingerire qualsiasi cosa gli venga a portata di bocca. 
Quasi sempre è un difetto di comportamento, raramente una carenza di sali minerali. Una volta accertato ciò attraverso una visita veterinaria, lo stesso medico Medico vi potrà suggerire dei piccoli provvedimenti da adottare.
Attenzione a sgridarlo in ritardo! Potrebbe ingerire ciò che ha preso in bocca per nasconderlo o banalmente per non farselo portare via! Questi cagnolini sono i peggiori clienti per un’assicurazione perché spesso sono recidivi e ripetono il misfatto e vengono operati più volte. 
Ricordo un piccolo pastore tedesco che fu la mia prima gastrotomia nel 1983 e che aveva ingerito una lampadina frantumandola oltre alle pedine di una dama magnetica. Alla prima pedina che asportavo dallo stomaco chiesi al mio assistente: “quante sono le pedine di una dama?”  Ecco …a voi la risposta! Io dovetti toglierle tutte! Non ne aveva risparmiata alcuna… Sono 24! Fate quindi molta attenzione anche perché non tutti gli oggetti sono radioopachi e facilmente identificabili. Attenzione alle calze, loro succulento piatto preferito o i fili per i gatti, che possono accavallarsi dietro la lingua e proseguire nell’intestino per metri! Attenzione all’albero di natale!
Il cucciolo più piccolo che dovetti operare di corpo estraneo fu un cucciolo di gattino che ancora allattava dal biberon. La padroncina non aveva ben fissato il tappo del biberon e lui se lo inghiottì!! Non volevo crederci ma era vero! Cosi’ dovetti inventarmi chirurgo neonatale! Vita da veterinario…